Cos’è una colonia felina

Una colonia felina è costituita da un gruppo più o meno numeroso di gatti che vivono in libertà in un determinato territorio pubblico o privato (es. spazio condominiale).
Le colonie feline sono riconosciute dalla legge e protette. La legge regionale n. 39 del 1990 attribuisce la tutela ai Comuni e al Servizio veterinario di competenza territoriale che svolge un censimento dei gatti che vivono in libertà. I volontari provvedono alla cattura per la sterilizzazione, le cui spese sono a carico dei Comuni. Ogni colonia è seguita quotidianamente da un volontario che provvede al nutrimento e alla cura degli animali e all’igiene della zona. Il volontario zoofilo è una persona che dedica tempo, energie e risorse finanziarie alla cura delle colonie. L’attività di volontariato è di fondamentale utilità non solo per gli animali, ma anche per il decoro dell’area. I volontari non devono essere visti come una presenza fastidiosa o dannosa, ma come una risorsa per la comunità.
Le colonie feline sono conseguenza dell’abbandono di gatti, gatte e cuccioli.
Ricordiamo che chi abbandona un animale commette un reato. Ai sensi dell’art. 727 del Codice penale così come modificato dalla Legge 189/2004 l’abbandono è punito con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro.